Home Page » Attivita' » Cittadinanza globale » Campagne/advocacy 2020-21 
Campagne e Advocacy: occasioni di impegno per il 2020-21   versione testuale
L'attività di sensibilizzazione rivolta all'opinione pubblica e a coloro che hanno la responsabilità delle politiche pubbliche non può essere avulsa dal contesto in cui iene svolta. L'anno pastorale 2020-21 è profondamente segnato dalla vicenda della pandemia: per le sue conseguenze dirette, e per le conseguenze del lockdown. Tali effetti sono stati di enorme gravità sia nel nostro paese, che a livello globale: sono purtroppo come spesso avviene proprio i paesi più poveri, e le fasce di popolazione più fragili a pagare il prezzo più alto di questa crisi globale. Assieme alle diverse occasioni di impegno e mobilitazione (presentate in altre pagine di questa sezione del sito), e mentre si sviluppa la campagna lanciata insieme alla FOCSIV Insieme per gli ultimi, destinata proprio a sollecitare una risposta anche concreta da parte all'opinione pubblica alle gravissime conseguenze della pandemia in alcune delle aree più povere del pianeta, si prospetta un periodo piuttosto denso di appuntamenti, in termini di sensibilizzazione dell'opinione pubblica, e di iniziative per sostenere azioni e politiche nella direzione di un mondo più giusto e accogliente per tutti.
 
  • In primo luogo occorre ricordare ancora il cammino di avvicinamento alla Conferenza Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo, prevista per l'inizio del 2021. Molte reti della scocietà civile italiana, e tra di esse anche Caritas Italiana, si sono attivate per riflettere insieme su quali contenuti portare per un vero rinnovamento della cooperazione allo sviluppo italiana: è il cammino degli Stati Genererali della Solidarietà e della Cooperazione Internazionale 
  • Occorre inoltre segnalare l'importante percorso del Forum per lo Sviluppo Sostenibile, e la partecipazione alla revisione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, in preparazione alla Conferenza Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (che si dovrebbe tenere per la fine del 2020), e la presentazione volontaria nazionale (la Voluntary National Review) che il nostro paese effettuerà nel luglio 2021 a New York, di fronte al Forum Politico di Alto Livello  (High Level Political Forum) delle Nazioni Unite.
  • Il 2020 sarà anche il momento in cui avverrà la conferenza annuale per l'attuazione dell'Accordo di Parigi sul clima: un momento fondamentale a livello internazionale che quest'anno sarà organizzato congiuntamente dal Regno Unito e dall'Italia
  • Occorre anche ricordare la riunione del G20, forum internazionale la cui importanza è sempre più riconosciuta negli ultimi anni, che nel 2021 sarà ospitato per la prima volta dall'Italia. E' importante ricordare la necessità che i processi decisionali internazionali abbiano luogo nelle sedi proprie e formali, e democraticamente stabilite all'interno del sistema delle Nazioni Unite. Il G20 è tuttavia un ambito in cui favorire un consenso dei paesi più ricchi e industrializzati, su orientamenti che poi possono essere più facilmente sostenuti a livello multilaterale. La società civile del paese ospitante ha tradizionalmente la responsabilità di favorire una presa di posizione comune da parte della società civile globale. In Italia la GCAP Italia ha ssunto l'incarico di coordinare un'ampia coalizione di reti e organizzazioni che si porranno in dialogo con i governi del G20: l'intento è quello, in particolare in questo tempo di coronavirus, di ridiscutere profondamente il sistema finanziario internazionale e la necessità di offrire risposte efficaci al problema del debito, che sembra ancora una volta giunto sull'orlo di una crisi di sistema.
 
Alcuni di questi temi sono riassunti nella presentazione allegata, disponibile in formato Powerpoint.
 
 

Per maggiori informazioni: areainternazionale@caritas.it